L’infame “tessera verde”: non tutti si piegano

Stiamo vivendo uno dei momenti più bui della storia della ns Repubblica. Si respira una pesante atmosfera di discriminazione. La cosa più grave è che questa grave discriminazione è alimentata da quelle istituzioni che dovrebbero combatterla. 

E’ chiarissimo che l’infame tessera verde non nasce per tutelare la salute dei cittadini, ma è semplicemente un’opzione strettamente politica, utilizzata come una volgare arma di ricatto che serve ad obbligare indirettamente tutti i cittadini a vaccinarsi. E’ evidente inoltre che questo lasciapassare ha una ulteriore finalità: il “Divide et impera” sempre attuale in ogni società. 

Per fortuna in questo clima cupo, che ricorda le peggiori dittature novecentesche, ci sono ancora persone in cui la coscienza non si è mai sopita e siamo orgogliosi che ce ne siano tante anche nel ns territorio, come ad esempio David Daidone titolare della palestra Body Gym Club di Borgetto, che accoglie “tutti” e non ci sta alla vergognosa discriminazione imposta dal governo Draghi con il D.L. 105. 

Già sull’uscio della sua palestra è esposta la scritta “Benvenuti! Qui non chiediamo il Green Pass per entrare.” , preceduta in alto da un foglio dal titolo “RISVEGLIAMO LE COSCIENZE” con un brano di Primo Levi, che ci ricorda come anche gli abomini della dittatura nazista nacquero da vergognose discriminazioni che poi diventarono la “normalità”. Onore a David Daidone ed a tutti coloro che non si piegheranno a questo vile ricatto. Ovviamente già alcune testate giornalistiche locali non hanno perso tempo per attaccare David, reo di non essere allineato al pensiero malato della nuova “dittatura sanitaria”. I cittadini ancora in grado di potere formulare un pensiero critico, non faranno certamente mancare il loro appoggio ai tanti David presenti sul ns territorio.

Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.